Calendario

Settembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

In Evidenza

Cuadrifolk Quintet



Freesolution snc

La Magna Canta

La Magna Canta ovvero la Zia Canta

Il gruppo , di recente formazione, o per meglio dire ri-formazione, nasce dall'intenzione dei suoi componenti di provare nuove esperienze nel mondo della musica e della danza popolare.
Il nucleo centrale è formato da musicisti che vantano una lunga storia in altre formazioni e, che condividono un recente passato in uno dei gruppi più interessanti che abbiano calcato la scena piemontese in questi ultimi anni : Ij Servaj.
Ij Servaj nascono a fine 2005 dall'incontro casuale, ma come spesso avviene fortunato di musicisti del territorio Canavesano.
Il neonato gruppo si distingue da subito per gli arrangiamenti musicali e vocali dei brani prescelti e, per l'originalità delle sonorità degli stessi.
I componenti arrivano da lunghe esperienze in vari altri gruppi del panorama Folk Piemontese:
Umberto Rinaldi (Voce-Organetto) oltre 20 anni di collaborazione nel gruppo storico del Folk Italiano CANTOVIVO, Silvio Caudera (Ghironda-Voce) e Mattia Rocchietti (Cornamusa) sono Cofondatori di ben 2 gruppi tra i piu' rinomati del Bal Folk Piemontese e non solo, quali REUSA D'UST e TRIBABI e Claudio Scarpelli (Flauti-Voce) componente degli SPADARA, nel giugno 2011 in occasione di una trasferta parigina viene ad aggiungersi Paolo Clemente, che milita negli Occitango ed Eporediesis.

Nella ricerca e riproposta dei brani particolare attenzione viene posta alla vocalità che è il fulcro della musica popolare Piemontese :
Ballate Storiche, Canti Narrativi e di Osteria, Sociali, Filastrocche e quant'altro.
Durante il periodo di attività Ij Servaj si sono esibiti in oltre 200 concerti in Italia ed all'estero, citiamo a titolo di esempio alla Fete de la Musique 2011 a PARIGI, alla Festa di SAN GIOVANNI in Piazza Castello a TORINO, al MAMA’S CLUB di RAVENNA alla FONTANA di AVESA (VR) e, partecipato ad importanti rassegne Nazionali quali CASTELLI in MUSICA di MANTOVA,SAGRANA FOLKFESTIVAL a BARCHI di PESARO,NOTE DI VINO a SAN CLEMENTE (RN),LA BRAVA PART di FOLGARIA (TN),FELONICA BUSKER'S FESTIVAL a FELONICA (MN) e la MUSICA nelle AIE di CASTEL RANIERO (FAENZA), manifestazione in cui si sono aggiudicati per ben due volte la Menzione Speciale della Giuria.
Nel 2008 hanno pubblicato un disco dal titolo VOSTU CHI GIOGU (Vuoi che Giochiamo), album che raccoglie il lavoro di due anni del gruppo, danze, ballate e canzoni selezionati dal vasto panorama della Musica Popolare Italiana e non.
Nel 2009 sono stati inseriti nella Compilation AIE D’ITALIA edita da Galletti-Boston un doppio cd che comprende gli artisti più significativi di tutta l’Italia, cd che ha avuto il suo battesimo a Coopenaghen al Womex 2009, la più importante esposizione mondiale per la musica world, folk, etnica.
Nel 2011 sono stati inseriti nella compilation Uno straordinario Raccolto, La Musica nelle Aie, edizioni musicali Galletti-Boston.

Questo è l'inizio della nostra storia, poi come in tutte le storie avviene qualcosa destinata a rivoluzionare il quotidiano, Umberto Rinaldi, lascia il gruppo de Ij Servaj, per veleggiare verso lidi più caldi del Piemonte.

Dopo alcuni mesi di lungo cercare, si è felicemente inserita una nuova “organettista” Mara Occhiena, che ha saputo affrontare con impegno l'arduo compito di sostituire uno dei più conosciuti musicisti folk.
L'area di provenienza del quintetto è il Canavese, territorio ricco di storia, di leggende, di musica e di balli.
Luogo di miniere, di campi coltivati, di industrie, di rivolte contadine e di lotta partigiana, la cui popolazione ha conosciuto la fame nelle montagne, la strada dell'emigrante e la dura vita nei pozzi delle miniere.
Da questa storia millenaria nasce con forza la voglia di cantare, suonare e ballare che caratterizza lo stile de La Magna Canta.
L'obbiettivo è quello di fondere la cultura delle nostre terre nel vasto mondo del bal folk, di riscoprire musiche ben radicate nel territorio con nuove sonorità frutto di felici contaminazioni.
Gli strumenti sono quelli tipici : organetto diatonico, cornamusa, flauto a becco, ghironda, voce e piffero ad ance, ai quali si
aggiungono il clarino, il flauto traverso ed il sax.Fanno parte de La Magna Canta : Silvio Caudera (ghironda e voce), Paolo Clemente (cornamusa,flauto traverso ed ance), Mara Occhiena (organetto diatonico), Mattia Rocchietti (cornamuse, flauto a becco ed ance) e Claudio Scarpelli (flauto a becco, ance e voce).

Il concerto di esordio del gruppo è stato il 19 ottobre a Ravenna presso il Mama's Club per l'apertura della stagione musicale 2013/2014

Attualmente il gruppo sta lavorando alla ricerca mirata di danze e canti popolari delle Valli di Lanzo e del Canavese.

La Magna Canta si avvale anche della preziosa collaborazione di: Chiara Maritano (Chitarra, Basso, Voce) e Donatella Gugliermetti (Percussioni Etniche) due apprezzate e note musiciste del panorama musicale piemontese.
Componenti:
Silvio Caudera (ghironda e voce)
Paolo Clemente (cornamusa,flauto traverso ed ance)
Mara Occhiena (organetto diatonico)
Mattia Rocchietti (cornamuse, flauto a becco ed ance)
Claudio Scarpelli (flauto a becco, ance e voce)
La Magna Canta si avvale anche della preziosa collaborazione di: Chiara Maritano (Chitarra, Basso, Voce) e Donatella Gugliermetti (Percussioni Etniche)
Discografia:
nella vecchia formazione (ij servaj) abbiamo pubblicato un cd dal titolo vostu chi giogu (2008)
Info:
www.facebook.com/lamagnacanta
s.caudera@tiscali.it


338/8910378
Note:
Musica Popolare dal Canavese, un delirio di organetti, ghironde,cornamuse, flauti, chitarre, bassi e percussioni
Allegati:
Non presenti
Media:


chiudi scheda